• 1

Notizie

Mobilità dirigenti: un aggiornamento

Nell’incontro di oggi 18 luglio, l’Amministrazione ha fornito alcune informazioni relative ai mutamenti ed alle conferme di incarico dirigenziale.

Come è noto, la questione ha assunto rilievo particolare a seguito della recente manovra finanziaria recepita dalla Legge 15 luglio 2011, n.111, con riferimento soprattutto all’art.19, comma 5, secondo cui le scuole costituite con meno di 500 alunni non saranno più sedi dirigenziali. Questa norma è di applicazione immediata, per cui 42 scuole, pur conservando regolarmente sede fisica, personale ATA e docenti saranno gestite in reggenza. Molte di esse, peraltro, si trovavano già in tale condizione.

I dirigenti che non abbiano chiesto un nuovo incarico dirigenziale saranno mantenuti nelle loro sedi qualora le stesse abbiano più di 500 alunni. Ciò vale anche per le scuole medie e i circoli didattici con meno di 1000 alunni, destinati in futuro ad essere accorpati in istituti comprensivi.

Le conferme di sede ed i nuovi incarichi saranno resi noti, prevedibilmente, entro la fine della corrente settimana (entro il 23 luglio).

L'Ufficiio ha poi fornito alcune informazioni quantitative:

  • I mutamenti richiesti in costanza di incarico sono 59. Circa la metà sono stati presi in considerazione in quanto adeguatamente motivati.
  • I rientri dal collocamento in altri compiti sono 5.
  • Le richieste di nuovo incarico in scadenza del precedente sono 45. Non c’è nessuna preclusione dell’amministrazione ad accoglierle, salva la disponibilità delle sedi richieste e i criteri previsti dal CCNL e dall’Art. 19 del D.Lgs. 165/2001.
  • I mutamenti richiesti a seguito di riorganizzazione delle rete scolastica interessano 20 dirigenti. Anche in questo caso valgono i criteri espressi dal CCNL Area V.
  • Tutte le 6 richieste di mobilità interregionale in uscita dalla regione hanno avuto parere favorevole, come pure tutte le 10 richieste in ingresso (la disponibilità era di oltre 35).
  • Infine, le reggenze da assegnare per il prossimo anno saranno 221, al netto dei 19 incarichi di presidenza. A questo proposito sono stati confermati i criteri di assegnazione già comunicati nell’incontro dello scorso 11 luglio (a domanda, continuità, vicinanza, tipologia, grandezza delle scuole rette ed in reggenza, ecc.).

Al termine dell’incontro sono state presi in considerazione gli aspetti organizzativi che interesseranno le scuole e gli uffici dell’USR, anche territoriali, derivanti dall’organizzazione del prossimo concorso a dirigente scolastico. Le date di presentazione delle domande e le modalità di compilazione delle stesse richiederanno una riformulazione del piano ferie del personale amministrativo, in considerazione che la scadenza è fissata per il 16 agosto.

Additional information